top of page

Dermatiti, allergie e prurito negli animali. Un approccio naturale.

Il colore, l’odore e la costituzione di un manto sono indicatori fondamentali della salute nell'animale.




Il manto e la cute sono “identità”.

Innanzitutto, analizzando la cute, vediamo come è composto il manto e il ciclo follicolare.

Alla base della cute troviamo il follicolo, una piccola papilla che produce cheratina, sostanza che costituisce il pelo.

I peli crescono dal follicolo in gruppi; il pelo principale (chiamato di guardia) appartiene alla pelliccia esterna più ruvida, con funzione di protezione verso gli agenti ambientali.

I numerosi peli secondari vanno a formare il sottopelo (isolamento dall’esterno).

Il sottopelo morto cade completamente nelle tipologie canine soggette a muta; fenomeno che in teoria dovrebbe coincidere con le variazioni climatiche: ovvero quando le temperature si alzano.

Il ciclo di crescita si suddivide in tre fasi:

Anagen: lo stato di crescita attivo del pelo. Una volta raggiunta la sua lunghezza ottimale cessa di crescere
Catagen: fase in cui il pelo è ancora attaccato alla papilla dermica.
Telogen: la papilla si contrae rilasciando il pelo prima che inizi la crescita di quello nuovo

Perché è importante prendersi cura della pelle e del mantello del nostro animale?


La cute e la pellicia svolgono diverse funzioni assai importanti, tra cui:


  • Funzione di difesa immunitaria:

Immunità innata, ossia presente fin dalla nascita, che agisce in maniera rapida contro tutte le aggressioni esterne.

Barriera difensiva di superficie che si oppone alla penetrazione degli agenti patogeni attraverso:


- Difese meccaniche (cellule dello strato più superficiale cheratinizzate)

- Difese chimiche (regolazione del pH attraverso gli acidi grassi del sebo)

- Difese biologiche (attraverso la flora batterica cutanea ostile ad altre specie)

- Cellule di Langherans(cellule immunitarie dotate di dendriti)


  • Funzione detossificante

La cute è un emuntore secondario che, attraverso le ghiandole sudoripare sostiene la funzionalità renale e attraverso le ghiandole sebacee sostiene la funzionalità di fegato e intestino.

Attraverso il mantello l’animale espelle parte delle tossine metaboliche.


Segni di squilibrio che interessano il mantello:

- Mantello opaco e senza lucentezza

- Aree rarefatte

- Cute squamosa

- Mantello dall’odore sgradevole

- Prurito (segnale molto comune)


Le principali cause di fenomeni allergici nell’animale, che colpiscono la cute e il mantello:

- Alimenti: alcune proteine della carne (pollo, maiale e pesce), prodotti vaccini, cereali, alcuni vegetali (evitare le solanacee).

- Sostanze chimiche presenti nell’ambiente ma anche usati per la pulizia degli ambienti.

- Insetti e acari.

- Muffe, funghi e lieviti.


Ecco alcuni consigli da poter utilizzare con il vostro animale

Miscela antiossidante e detossificante

Alimentazione vitale con supplementazione di Vitamine B, C, A, E e Zinco..

Applicazione locale sulle zone abrase di gel d’aloe, oleolito d’iperico, olio essenziale di lavanda, calendula, argento colloidale.


Alcuni ingredienti utili per sostenere in caso di problematiche cutanee:


Zinco: un oligoelemento naturalmente presente nell'organismo coinvolto in moltissime reazioni enzimatiche, conosciutissimo e utilizzato fin dall’Antichità grazie alle sue molteplici proprietà.

Lo zinco svolge un’importantissima azione protettiva e lenitiva della pelle.

In particolar modo lo zinco è in grado di:

- ridurre la proliferazione batterica e di altri microrganismi

- lenire e alleviare gli arrossamenti favorendo la normale fisiologia cutanea

- formare uno schermo protettivo nei confronti d i raggi solari e agenti atmosferici

- favorire il rinnovamento cellulare e accelerare la cicatrizzazione


Silicea: Il silicio è un oligoelemento che si trova in natura ovunque sussista un bisogno di elasticità, flessibilità e solidità strutturale.

Esso rappresenta un beneficio per l’organismo in quanto contribuisce a rinforzare il manto, la pelle, le unghie e più in generale a mantenere in salute il tessuto connettivo


Moringa Oleifera: Si tratta di un olio assai prezioso ottenuto dalla spremitura dei semi di moringa.

Simile all’olio di oliva, per l’elevato contenuto di omega 9, è ricco di antiossidanti.

Nell‘ayurveda è utilizzato per le sue capacità antibatteriche e anti-infiammatorie, è utile nel trattamento di malattie della pelle e dolori articolari.

Contiene:

- 9 amminoacidi essenziali

- 27 vitamine

- 46 antiossidanti

- molti sali minerali


Contiene inoltre una buona quantità di acidi grassi (oleico, palmitico, linoleico), fitosteroli, vitamine A, E e C.


Scopri la composizione completa di Derma Top con Silicea, citrato di calcio, moringa oleifera, MSM, chelato di zinco, biotina, vitamina E, selenio, aminoacidi, Omega 3 e 6. Per supportare la funzione cutanea in caso di dermatosi e forte perdita di pelo, reazioni allergiche, alterazioni infiammatorie della pelle, dermatite atopica, dermatite miliare, alterazioni della cute.







Questa non è una testata medica: le informazioni fornite da questo sito hanno uno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge.


É vietata la riproduzione e la pubblicazione dei contenuti e immagini non autorizzata espressamente dall´autore.

48 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires


bottom of page